Caselle: aeroporto di Aosta

I costi altissimi dell’aeroporto commerciale continuano ad essere spropositati rispetto al traffico dai numeri più che irrisori.
Questa volta ben (…) 29 passeggeri = un piccolo bus .
Anche se fossero 100 volte tanto l’operazione economica non starebbe comunque in piedi: basta fare i conti.
LIMW costa ai contribuenti almeno 3.285.000 € / anno = 9.000 €/giorno .

A tali cifre si potrebbe garantire un servizio di navetta gratuito giornaliero, anche con più corse al giorno, da e per Torino Caselle.
Qualsiasi società privata che dovesse guadagnare con un tale mercato sarebbe già fallita.

 

L’aereo non c’è, turisti a terra: la stagione del Corrado Gex inizia male
ALESSANDRO MANO30 Giugno 2019

Amara sorpresa per i 29 passeggeri del volo che avrebbe dovuto aprire la stagione estiva dei collegamenti tra Monaco di Baviera, Aosta e Olbia, ieri mattina. Il Dornier 328 che avrebbe dovuto portare le persone in Sardegna non è mai arrivato all’aeroporto Corrado Gex di St-Christophe. «Purtroppo è un problema che non è dipeso da noi – dice Giovanni Pellizzeri, presidente dell’Adva, l’Aeroporto Valle d’Aosta – e ci spiace per il disguido».

I 29 passeggeri – il volo era al completo – sono stati caricati su un pulmino, diretto all’aeroporto Sandro Pertini di Caselle Torinese, da dove sono partiti per Olbia alle 13, con quasi tre ore e mezza di ritardo rispetto ai tempi previsti. Pellizzeri: «L’aereo della compagnia Private Wings è partito da Monaco alle 8,40, ma ha avuto alcuni problemi tecnici e è rientrato in aeroporto». Da Caselle, sempre la Private Wings ha portato, con un altro Dornier, i 29 passeggeri a Olbia.

Il volo tra la Valle e la Sardegna è in programma nei mesi estivi, ogni sabato fino a metà settembre. La partenza da Monaco è alle 8,40, quella da Aosta alle 9,40, con arrivo a Olbia alle 11. L’aereo riparte verso la Valle alle 11,55 e atterra al Gex alle 13,15; l’aereo riparte verso la Germania alle 14, per atterrare alle 15,10 all’aeroporto Ingolstadt Manching di Monaco. Molte date nei mesi di luglio e agosto sono già esaurite.

«Stiamo valutando di trovare una soluzione con la compagnia che garantisce i voli – spiega ancora Pellizzeri – magari facendo arrivare in aeroporto a St-Christophe l’aereo il venerdì, per sicurezza». Il presidente dell’Avda non perde però il suo consueto ottimismo: «Le cose per l’aeroporto stanno andando piuttosto bene. Il traffico aereo privato sta aumentando, tanto che nei primi mesi del 2019 abbiamo un aumento dei voli di circa il 50 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno».

fonte La Stampa

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: