200 persone = meno di 4 bus

Un risultato di 200 passeggeri in 9 voli equivale a meno di 4 autobus da 54 persone; il tutto al costo di qualche milione di Euro/anno a carico dei contribuenti.
Com’è possibile ipotizzare di sviluppare un business su tale base? Chi investirebbe soldi privati in un panorama simile, che dopo anni di apertura al volo commerciale, non decolla? Com’è possibile parlare di “bilancio positivo“?

 

Aeroporto, per la prossima estate oltre alla Sardegna si guarda anche all’Isola dell’Elba
AOSTA – Sono state circa 200 le persone, valdostani ma anche qualche sardo, che nei due mesi di servizio (9 rotazioni totali) hanno sfruttato il volo Aosta-Olbia. Per la prossima estate oltre alla riconferma di Olbia si pensa a Cagliari e all’Isola dell’Elba.

Primo volo Aosta-Olbia – Foto Aeroporto Aosta-Mont Blanc
Sono state circa 200 le persone, valdostani ma anche qualche sardo, che nei due mesi di servizio (9 rotazioni totali) hanno sfruttato il volo Aosta-Olbia, in partendo dall’aeroporto Corrado Gex. Sabato scorso c’è stata l’ultima rotazione, effettuata sempre dalla Private Wings.

“Il bilancio è positivo – racconta Giovanni Pellizzeri, presidente di Avda, società di gestione dell’aeroporto valdostano – Abbiamo avuto giornate di riempimenti oltre il 50%, soprattutto nei primi voli e altre al 100%. All’inizio i primi voli sono stati effettuati con un velivolo 16 posti, successivamente con un Dornier da 30 che per ragioni di sicurezza è stato fatto volare con un massimo di 26 passeggeri”.

Non è andata altrettanto bene per la tratta Aosta-Monaco. “Qualcuno è andato, ma non tantissimi. Bisognerebbe far un ragionamento con le agenzie viaggi e i tour operator, un’agenzia aveva pensato ad esempio ad un tour dei castelli della Baviera ma non ha avuto il tempo di metterlo a regime”.

Chiusa la stagione 2018, partita in ritardo, Avda e il suo presidente stanno programmando la prossima estate 2019.

“A settembre chiudiamo il tutto e poi la presentiamo ai tour operator. Sicuramente resteremo sulla Sardegna che è una meta che anche storicamente ha funzionato”. Oltre a riconfermare l’Aosta-Olbia sono in corso dei ragionamenti su Cagliari e sull’Isola d’Elba.

Chiusa l’estate lo sguardo si sposta all’inverno 2019/2020. “Non volevamo fare la stessa operazione di quest’estate per l’inverno, bisogna prendersi con tempo” ricorda Pellizzeri.

“Abbiamo già parlato con l’Assessorato regionale al Turismo e abbiamo qualche idea legata alle presenze più importanti registrate in Valle d’Aosta, ovvero svedesi e inglesi”.

Per l’Aosta-Roma invece, senza il sostegno pubblico, bisogna individuare delle strade sostenibili. “Ad esempio andare a creare un Aosta-Lamezia Terme, con scalo a Roma”.

fonte: https://www.aostasera.it/articoli/aeroporto-per-la-prossima-estate-oltre-alla-sardegna-si-guarda-anche-allisola-dellelba
di Silvia Savoye
03 settembre 2018

Tag: ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: