sembra una fiction, ma è realtà

per la ferrovia non ce n'é (assolutamente)
per la messa a norma delle scuole meglio di no
per uno sviluppo della raccolta differenziata neppure
di fare piste ciclabili non se ne parla
ma per il trasporto pubblico-aereo è una pioggia continua

[coerenza] eppure "AVDA non può più essere interlocutrice" sono le recenti parole di Aurelio Marguerettaz
ed il gestore aeroportuale (?) con altri 2.000.000,00 € per il 2016 non ha di che lamentarsi

Altri 2 milioni per l’aeroporto di St-Christophe

(fonte La Stampa 17 Febbraio 2016)

È la somma che la Regione Valle d’Aosta pagherà ad Avda per la gestione della struttura nel 2016 nonostante l’avvio del procedimento per la revoca dell’appalto

Pochi aerei e pochissimi passeggeri, ma molti soldi spesi. Il 2016, per l’aeroporto Corrado Gex di Saint-Christophe, inizia in continuità con l’anno passato. La Regione ha determinato la somma da versare ad Avda per la gestione dell’aeroporto fino alla fine dell’anno: 1 milione e 961 mila euro. L’assessore ai Trasporti, Aurelio Marguerettaz, nelle scorse settimane in Consiglio regionale aveva ricordato che la Regione ha avviato il procedimento di revoca per la convenzione con Avda; la società, infatti, è finita al centro di un’indagine della procura di Genova. A oggi, però, il gestore del «Corrado Gex» continua a essere Avda, e quindi, con una determinazione dei giorni scorsi, i dirigenti dell’assessorato hanno stabilito il corrispettivo da versarle.

denaro pubblico al vento

Richiesta  
Ma il «Corrado Gex», che l’anno scorso ha contato 2 mila passeggeri (nel numero però sono comprese anche le persone decollate e atterrate con il Soccorso alpino, soccorritori compresi), rischia di costare ancora di più, 4,1 milioni. A chiedere la somma ad Avda e Regione è la Ediltevere spa, ditta a cui erano stati affidati i lavori per l’allungamento della pista. La società aveva fatto causa nel 2010, ma nel 2015 la Regione ha tirato un sospiro di sollievo: la Ediltevere è stata dichiarata fallita e il processo sospeso. Ora però il procedimento riprende, perché il curatore fallimentare dell’impresa ha deciso di andare avanti. Il giudice del tribunale di Aosta deciderà nell’udienza in calendario a marzo.

3 Risposte to “sembra una fiction, ma è realtà”

  1. marisa Says:

    che vergogna..quanti soldi della comunita’ buttati….quante scelte economiche sbagliate…forse e’ il caso di affermare PER FORTUNA SONO FINITI I SOLDI altrimenti!!!!

  2. Ruggero Says:

    La strategia è chiara. Tutto deve essere sotto il controllo della Regione e quello che non lo è o che non può esserlo deve fallire o morire. Dalle corse in montagna, all’acqua, l’elettricità, ai casino, per finire con gli aeroporti.

  3. Adriano Steccone Says:

    Il valdostano è più sensibile al contributo che alla corretta funzionalità della cosa pubblica. Per questo continua a votare un imperatore che ormai ha fatto il suo tempo e sta facendo danni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: