un appello da tradurre in sostanza

Fermiamo l’emorragia di denaro pubblico

Aeroporto VDA, Aosta, 9 novembre 2014

La Giunta regionale ha annunciato che i voli per Roma di fatto sono cancellati PER SEMPRE. Non si può neanche parlare di una notizia, ma semplicemente di una presa d’atto della realtà. Come previsto, nessuna compagnia aerea, nonostante i quasi 2 milioni di euro impegnati dalla Regione, è interessata alla tratta Aosta-Roma. Pertanto, di aerei all’aeroporto regionale continueremo a non vederne. Tutto era facilmente prevedibile. Adesso sento che addirittura l’assessore Marguerettaz, dopo aver ostinatamente difeso l’idea di una aeroporto commerciale in Valle d’Aosta, si chiede se “vogliamo o no un aeroporto commerciale ad Aosta”. Constatando che finalmente l’assessore dopo anni di permanenza nei cieli è atterrato, anche lui, nella realtà, mi chiedo se questa domanda non avrebbe potuto farsela prima.

In effetti, dovrebbe ricordarsi che in questi anni i governi di cui ha fatto parte, l’ampliamento dell’aeroporto, necessario per il passaggio alla categoria commerciale e costato più di 30 MILIONI DI EURO, l’hanno voluto a tutti i costi. Bisognava inventarsi una grande opera: un aeroporto di categoria superiore, di cui nessuno in Valle sentiva il bisogno, un’invenzione della politica che non rispondeva alle necessità e alla realtà della regione.
Inoltre, non vorrei si scordasse che negli ultimi cinque anni, nonostante l’assenza di voli, solo per la gestione della struttura e il servizio antincendio, si sono spesi ben 16 milioni, a fronte del transito di poche decine di passeggeri annui. UNO SCANDALOSO SPRECO DI SOLDI PUBBLICI PER UN’OPERA SOSTANZIALMENTE INUTILE.
L’ampliamento dell’aeroporto è stata un’idea folle e megalomane, un giocattolo della politica che è costato moltissimo e, se non si interviene, continuerà a costare parecchio ai contribuenti valdostani.
La responsabilità del disastro di realizzare un aeroporto commerciale ricade interamente su chi l’ha voluto.
Sollecito da tempo un’exit strategy da questa follia, che rappresenta un bagno di sangue per le casse pubbliche.
Adesso, oltre “a cadere dalle nuvole”, è bene che l’assessore proceda rapidamente per fermare l’insostenibile emorragia di denaro pubblico che costituisce l’aeroporto Corrado Gex.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: