aeroporto di Aosta: parco naturale

aeroporto della VdA: 7 milioni e 600 mila Euro di costi fissi annui

La pista é talmente tranquilla, senza alcun traffico commerciale, che le lepri lo hanno scelto per nidificare.

lepre cacciatrice

Ecco il NOTAM di AVDA:

In data 10 Febbraio 2014 l’aeroporto Corrado Gex rimarrà chiuso a tutto il traffico per la mitigazione e la cattura non cruenta della fauna selvatica dalle 07.00 alle 15.00. Le operazioni di cui sopra saranno condotte dal Corpo Forestale Valle d’Aosta Dipartimento Risorse Naturali e Forestali Direzione Flora, Fauna Caccia e Pesca e di concerto con l’ISPRA. 

NOTAM B0321/14

B0321/14 – AERODROME CLOSED TO ALL TFC DUE TO WILDLIFE CAPTURE AND MITIGATION HEL EMERG MEDICAL SER AND HEL TFC NOT AFFECTED HEL TFC SHALL PERFORM APPROACH OPERATIONS USING THE HELICOPTER LANDING AREA (AIMING POINT) MEN AND EQPT IN RADIO CONTACT WITH LOCAL AFIU (AERODROME FLIGHT INFO UNIT) REF AIP AD 2 LIMW 1-1. 10 FEB 06:11 2014 UNTIL 10 FEB 14:00 2014 ESTIMATED. CREATED: 23 JAN 20:38 2014

9 Risposte to “aeroporto di Aosta: parco naturale”

  1. Jean Michel Says:

    Ricordo a chi legge che in VDA la fauna selvatica é di proprietá regionale (e non scherzo). Si tratta quindi di un regolamento di conti interno alla Regione

  2. Francois Says:

    Non si tratta di regolamento di conti..
    Basta cercare un po’ su internet e vedere quanti interventi simili abbiano fatto nelle ultime settimane nelle altre regioni. Dalla Lombardia al Veneto.
    Quindi non capisco il senso di questo post..

  3. aeroportosostenibile Says:

    Gli animali selvatici vanno dove c’e’ tranquillità.
    Questo di fatto succede soprattutto negli aeroporti dove non c’é traffico, come quello di Aosta, che costa ai contribuenti cifre esorbitanti potenzialmente utilizzabili in altri settori (ferrovia, messa a norma delle scuole, ecc…).
    Tale é il senso di questo post.
    CAS

  4. Jean Michel Says:

    Francois,mon cher ami,
    Si trattava di una battuta. Mi ricordo che il problema dei conigli selvatici si era presentato in tutta la sua virulenza anche a Pollein quando l’esercito smantelló la base operativa e spostó i suoi AB 204B e AB205 a Bolzano.
    Purtroppo, anche in questo caso, quando arriva il coniglio vuole dire che l’aeroporto é fottuto.

  5. Francois Says:

    Egregio Aeroporto Sostenibile,
    Mi permetta di dissentire da quanto Lei/Voi asserito.

    Ci sono battute incruente alla lepre almeno 3 volte l’anno negli aeroporti di Fiumicino, Bologna, Linate (per citare qualche scalo) e non mi sembra che siano aeroporti tranquilli o senza traffico.
    A Milano si radunano orde di volontari che con la polizia Locale e la forestale catturano la fauna selvatica.
    Mi sembra molto strumentalizzato, ripeto, questo post.
    Credo che prima di scrivere per alimentare pura polemica (anche se a quanto leggo dalle cifre) giustificata su fatti insignificanti come la fauna aeroportuale bisognerebbe documentarsi e scrivere col senno per informare chi è al di fuori dell’ambiente aeronautico.

  6. Paolo Meneghini Says:

    Ha senso pagare 7,6 milioni all’anno per un Aeroporto commerciale senza voli passeggeri e nel contempo cancellare tutti i collegamenti pubblici a mezzo pullman con l’aeroporto di Caselle?

    Su La Stampa del 18/01/2014 L’articolo “Caos aeroporto dopo il “no” a Darwin e ora decolla soltanto la polemica” finisce con questa considerazione:

  7. Francois Says:

    Egr. Meneghini,
    Concordo con quanto da lei scritto. Non ha molto senso.

    Dissentivo sul fatto che la fauna selvatica popola posti poco trafficati, ma dati e statistiche alla mano dicono l’opposto.

  8. Zorro Says:

    Ricordo al signor Meneghini che il pullman per Caselle era talmente utilizzato,da venire sopresso.

  9. aeroportosostenibile Says:

    Un pullman non viene riempito per andare a Caselle e “noi” – su queste premesse – costruiamo e continuiamo ad investire soldi pubblici in un aeroporto commerciale che NON riesce a spostare neppure la quantita’ di persone che sposterebbe un pullman, appunto.
    Milioni di Euro, davvero tanti, investiti in una mega-struttura aeroportuale, quando forse bastava un piccolo – economico – pullman per gestire la questione, spostando l’investimento sulla ferrovia (che invece di gente ne muove parecchia di piu’ dei voli commerciali).
    CAS

    PS
    Il CAS non attacca in alcun modo i dipendenti AVDA & co, badi bene, bensì ritiene sbagliato e scorretto il perpetuarsi di questo spreco di soldi pubblici.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: