Altri 8 milioni di Euro pubblici

“Per l’istituzione del collegamento Aosta-Roma la Giunta regionale ha impegnato 8 milioni di euro: 491 mila euro per il 2013, 2 milioni circa per il 2014, 2015 e 2016 e 1,6 milioni per il 2017″ (fonte AostaSera).

Ovvero, per tentare di far credere al popolo che l’investimento – palesemente fallimentare – sull’aeroporto regionale abbia un senso, si investono altri 8 milioni (OTTO!) per sponsorizzare una compagnia aerea. Ulteriori soldi pubblici che vanno ad aggiungersi al buco gigantesco fatto con questa mega-struttura. E ancora oggi non ci é dato di sapere quanto sia costato in totale il gioco aeroportocommerciale-impianti-AVDA-AirVallée-gestione-manutenzioni-consulenze.

Tutti questi nostri soldi avrebbero potuto essere investiti sulla ferrovia: scelta sostenibile.

Darwing

l’involuzione di Darwin

6 Risposte to “Altri 8 milioni di Euro pubblici”

  1. Norberto Says:

    Sono un valdostano che vive e lavora da qualche anno a Ginevra. Mi capita spesso di prendere i voli Darwin da geneve Cointrin a Roma. Purtroppo il livello di servizio di questa compagnia e’ in caduta verticale da qualche tempo a questa parte. I voli sono spesso in ritardo, anche di diverse ore, e l’impressione e’ che la compagnia stia cercando di far volare il più possibile i suoi Saab 2000 buttandosi su ogni rotta sovvenzionata (Bolzano, Lampedusa, ecc.) senza una strategia precisa e, soprattutto, senza nuovi aerei. Speriamo in bene ma non credo che questa sarà una storia di successo.

  2. nicola Says:

    Buongiorno, mi rincresce veramente leggere le critiche mosse dal comitato aeroporto sostenibile riguardo l’istituzione di un volo Aosta Roma. Si guarda molto alle spese, che sicuramente non rappresentano un particolare di secondo piano, ma non si tiene minimamente conto di quelli che potrebbero essere gli sviluppi legati ad una comunicazione cosi’ importante. vorrei fare, se mi e’ concesso, due considerazioni. Il “rilancio” turistico della Valle d’Aosta e’ in atto. notizia di questi giorni la presentazione della Regione su uno dei piu’ importanti motori di ricerca per vacanze. Sicuramente questo potrebbe essere un importante richiamo per turisti stranieri. Arrivare in un Aeroporto internazionale e trovare un volo che in un’ora ti consente di arrivare a sciare sul tetto d’Europa non e’ poi cosi’ male. Si dovrebbe solo lavorare per sfruttare al meglio questa opportunita’. In secondo luogo, la compagnia che ha appaltato questo volo, esegue anche dei collegamenti per mete turistiche balneari. Questo aspetto potrebbe essere utile per organizzare dei pacchetti viaggio (non sarebbe bello se, partendo da Aosta si potesse andare a fare un W-E ad Ibiza??). E credo, che anche questo potrebbe rappresentare un aspetto positivo per l’economia turistica di questa regione.
    Condivido pienamente con voi le priorita’ del trasporto valdostano (ferrovia, pendolari, studenti) e del fatto di cercare di trovare una valida soluzione per non far coprire una distanza di 100 chilometri in tre ore.
    Sono pero’ convinto che l’aeroporto vada sfruttato pienamente in una regione a vocazione turistica. Voi mi direte: ma c’e’ Torino a breve distanza. Credo che pero’ sia diverso avere un servizio aereo che ti conduce praticamente sulle piste da sci.
    Naturalmente non va dimenticato il volo a vela, importante risorsa turistica per la valle. sono convinto che si potrebbe trovare una proficua “convivenza” tra il volo turistico e quello commerciale.

    Buona giornata

  3. aeroportosostenibile Says:

    Come dice lei, é un problema di priorità, oltre che di sostenibilità econocmico-ambientale.
    La ferrovia é la risposta giusta: continuare ad investire nel volo commerciale é indecoroso, per quanto insulso.

    C.A.S.

  4. Norberto Says:

    Non bisogna dimenticare le grosse limitazioni tecniche in avvicinamento ad Aosta e i limiti imposti dalla lunghezza pista. Insomma tutti questi investimenti di denaro pubblico per far arrivare degli aerei che trasportano se va bene 58 persone.
    Meno di un pullman!!
    E c’ė ancora chi difende le scelte criminali fatte da questa classe politica inetta e incompetente.
    Tutto questo mi sembra indecente e probabilmente la copertura di altri interessi che nulla hanno a che fare con il turismo.

    A proposito, a Bolzano, altra regione che vive sopra le proprie possibilita, le cose non vanno meglio:

    http://www.yoox.com/fr/44483063JT/item?dept=#cod10=44483063JT&sizeId=

  5. marburg Says:

    Sotto quale forma è dato questo pacco di milioni alla compagnia aerea? A torino per cercare di attrarre Ryanair hanno fatto una specie di campagna di comarketing. Altrimenti sono aiuti ad una azienda privata che turbano la concorrenza. E’ sufficiente l’appalto?

  6. Ilario Quinson Says:

    Che follia, Aosta era un interessante sito per il volo a vela, adesso é deserto, questa é la politica del turismo in valle.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: