AVDA: in 34 senza stipendio

La Stampa – ANDREA CHATRIAN – SAINT-CHRISTOPHE
 
Il morale dei dipendenti Avda è più a terra degli aerei Air Vallée. I 34 lavoratori che devono mandare avanti l’aeroporto Corrado Gex – in attesa che si capisca quale sarà il suo futuro – non vedono lo stipendio da mesi. I più fortunati, 15 su 34, hanno avuto i soldi di giugno e poi basta. Gli altri neanche quelli. «Aspettiamo ancora giugno, luglio, la 14ª e a inizio settembre anche il mese di agosto – dicono -. Per di più non abbiamo idea del perché abbiano pagato solo la metà di noi e con quale criterio abbiano scelto».

Proprio come per la Helops (l’azienda del gruppo Air Vallée che si occupa di elicotteri) i ritardi nel pagamento degli stipendi sono lievitati negli ultimi tempi. E come per la Helops il perché non è mai stato chiarito ai dipendenti. «Noi, comunque, continuiamo sempre a lavorare. Non possiamo scioperare per non incorrere nei problemi legati all’interruzione di pubblico servizio, ma non è facile venire tutti i giorni al lavoro senza essere pagati. Abbiamo famiglie da mantenere e mutui da pagare».

Il 1˚ agosto i sindacati (tutti insieme, dalla Cgil al Savt) hanno chiesto un incontro al Cda dell’azienda, non avendo ottenuto risposta si sono rivolti al Dipartimento per le politiche del lavoro, che a sua volta ha inviato una convocazione all’azienda. Rimasta ancora lettera morta. «Serve un confronto – dice Antonio Fuggetta della Cgil – perché la situazione si sta aggravando e la retribuzione dei dipendenti deve essere puntuale. Bisogna sedersi attorno a un tavolo e cercare di capire quale sarà il futuro del trasporto aereo in Valle. Crediamo che l’aeroporto debba avere il giusto ed equilibrato sviluppo, ma soprattutto che non debbano essere i dipendenti a pagare sulla loro pelle lo scontro in atto tra Air Vallée e Regione».

Lo scontro di cui parla Fuggetta è più simile a una guerra nucleare. Tra i due soci è in corso un cannoneggiamento a carte bollate per la gestione del Corrado Gex. «La questione stipendi – dice l’assessore regionale ai Trasporti, Aurelio Marguerettaz – aggrava un quadro già molto negativo della gestione Avda che noi, come azionista pubblico, contestiamo con forza. Si stanno creando troppi danni. E non capisco come possano non pagare gli stipendi, visto che la Regione il canone per i servizi aeroportuali lo paga con regolarità (circa 1,8 milioni di euro all’anno, ndr)».

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: